La sansevieria o lingua della suocera è una pianta d’appartamento di facile manutenzione. Questa succulenta perenne è caratterizzata dal fogliame sempreverde in un cespo rigido. La Sansevieria viene coltivata in vasi o fioriere. La sua crescita è invece lenta e ha bisogno di molti anni per fiorire. La propagazione di questa pianta avviene, tra l’altro, per talea. Scopri come riprodurre la lingua della suocera da una foglia.

Se la tua sansevieria inizia ad appassire o vuoi semplicemente averne di più, puoi propagarla per talea. Vale a dire, prelevando una foglia dalla pianta madre, potrete ottenere nuova sansevieria.

sansevieria

Sansevieria – Fonte: spm

Come riprodurre la sansevieria da una foglia?

  • Ritagli di foglie nel terreno

Passo 1 :

Usando le forbici da potatura che sono state preventivamente pulite e disinfettate, prendi una foglia dalla tua pianta e posizionala su una tavola.

2° passo:

Tagliate la foglia rimossa in piccole sezioni, circa 8 cm e  praticate una piccola incisione alla base di ogni sezione e più precisamente all’estremità . Questo segno ti farà sapere quale estremità infilare nel terreno. Infatti, per sradicare con successo le talee, l’estremità della talea più vicina al vaso deve essere piantata nel terreno, prima del taglio, in modo da rispettare la direzione di crescita delle foglie.

Talee di Sansevieria

Talee di Sansevieria – Fonte: spm

Lascia asciugare le talee per uno o tre giorni per evitare che marciscano. Se lo desideri, puoi cospargere un po’ di ormone radicante all’estremità di queste talee per curare il taglio e favorire il radicamento.

Passaggio 3:

Scegli un vaso di terracotta e posiziona dei ciottoli di argilla sul fondo per favorire il drenaggio. Quindi componi il tuo substrato mescolando il terriccio con la sabbia.

Passaggio 4:

Pianta le talee al centro del vaso e annaffia leggermente il substrato.

buon modo per piantare talee

Il modo giusto per piantare talee – Fonte: spm

Passaggio 5:

Crea una mini serra per la tua pianta. Per fare questo, taglia a metà una bottiglia di plastica e posiziona la parte superiore sul barattolo, tenendo il tappo chiuso. Ricordarsi di togliere il tappo per almeno 10 minuti al giorno  per evitare la formazione di condensa all’interno del flacone . Cogli l’occasione per appannare leggermente il substrato. Dopo un mese, noterai la crescita di piccole foglie. In questo caso, rimuovere la bottiglia e  trapiantare i giovani germogli in nuovi vasi.

  • Ritagli di foglie in acqua

Prendete una foglia della vostra sansevieria e tagliatela a spicchi. Immergete le vostre talee in un contenitore d’acqua, facendo attenzione a non capovolgerle. Devono essere fatti scivolare in acqua rispettando la stessa direzione che avevano prima del taglio. Tieni il contenitore alla luce del giorno, ma  evita la luce solare diretta . Cambia l’acqua non appena diventa torbida.

Talee della sansevieria in acqua

Talee di Sansevieria in acqua – Fonte: spm

Nuove radici appariranno nella seconda o quarta settimana. Aspetta che siano più numerosi per trapiantare le talee in vaso.

Nota che anche se prendi talee dalle foglie di una sansevieria variegata, finirai  con una sansevieria tutta verde senza strisce gialle.  Per riprodurre una sansevieria dal fogliame variegato, bisogna optare per un’altra tecnica di propagazione, ovvero la divisione dei cespi e dei rizomi della sansevieria.

Come prendersi cura della sansevieria?

  • irrigazione

Innaffia la pianta solo quando il terreno è completamente asciutto. Questa pianta succulenta infatti  ha la capacità di trattenere l’acqua grazie ai suoi tessuti carnosi , e quindi può sopravvivere in climi aridi o terreni asciutti. Detto questo, in inverno puoi ridurre l’irrigazione della tua pianta  a una volta al mese. Ricorda anche di rimuovere l’acqua stagnante nel piattino o nel cache-pot. Troppa acqua può far marcire le sue radici.

  • Temperatura e umidità

La sansevieria ama il caldo e l’umidità. Tieni la tua pianta lontana da correnti d’aria e fonti di calore come il termosifone o il camino, che seccano l’aria circostante.

  • Terreno e fertilizzante

La sansevieria ama il terreno sabbioso. Scegli   un terriccio per la tua pianta mescolato con un po’ di sabbia.  Concima la tua pianta durante il suo periodo di crescita, preferibilmente con un fertilizzante per cactus o un fertilizzante liquido a lenta cessione, diluito nell’acqua delle annaffiature. Evitare qualsiasi applicazione di fertilizzante in inverno.

  • Esposizione

La sansevieria apprezza la luce, ma senza esposizione diretta alla luce solare. Una mancanza di luce può far impallidire il suo fogliame.

  • Malattie e parassiti

La sansevieria è resistente alle malattie, ma può essere attaccata dalle cocciniglie. In caso di infestazione, pulirne il fogliame con un panno imbevuto di alcol denaturato o acqua saponata e poi risciacquare con acqua pulita.

Da una sola foglia potrai moltiplicare la tua sansevieria. Oltre a dare un tocco tropicale al tuo interno, questa pianta decorativa è anche efficace nel  purificare e pulire l’aria all’interno del tuo interno.