Per districare i capelli e dargli più elasticità e lucentezza, utilizziamo generalmente il balsamo. Questo trattamento è particolarmente utile per capelli spessi, ricci, mossi o crespi. Detto questo, per ottenere gli effetti desiderati, è necessario utilizzare bene il balsamo. Dai un’occhiata a questi 5 errori che le persone fanno con il balsamo.

Per trovare capelli morbidi e lucenti, è importante applicare bene il balsamo. Ecco 5 errori comuni da evitare.

Quali sono i 5 errori che le persone fanno con il balsamo per capelli?

  1. Usando il balsamo sbagliato

Dovresti scegliere il balsamo in base al tuo tipo di capelli. Se, ad esempio, hai i capelli fini,  il tuo balsamo dovrebbe essere leggero  e studiato per dare volume ai capelli,  in modo da evitare un effetto appiattinte.  I capelli spessi o ricci hanno bisogno di un balsamo molto nutriente  per proteggerli dall’essiccamento.  Per quanto riguarda i capelli mossi che diventano crespi per l’umidità, ha bisogno di un balsamo idratante. Evitare di applicare il balsamo per capelli ricci. Potrebbe appesantirli e renderli rapidamente unti.

È quindi importante prestare attenzione alla composizione del balsamo. Non deve contenere  materiali dannosi per i capelli,  come il silicone. Quest’ultimo rende sicuramente i capelli lucidi, lisci ed elastici, ma potrebbe danneggiarli a lungo termine. Il silicone , infatti,  soffoca i capelli  a causa del film che si forma attorno.

capelli morbidi

Capelli morbidi – Fonte: spm

  1. Usando la quantità sbagliata di balsamo

Usare una piccola quantità di balsamo, o anche usarlo in eccesso, fa male ai capelli. Se dopo aver lavato  i tuoi capelli sono pesanti e si ungono velocemente,  significa che hai usato il tuo trattamento in eccesso. Se, invece, i tuoi capelli sono ancora asciutti al tatto, significa che devi aumentare la dose. Per trovare la giusta quantità per i tuoi capelli, inizia applicando una piccola quantità di prodotto. Districa delicatamente i capelli con le dita.  Se quest’ultimo scivola facilmente, significa che la quantità è sufficiente. In caso contrario,  aggiungine un po’ per districare meglio i capelli

  1. Applicare il balsamo sui capelli bagnati

Per beneficiare delle virtù del balsamo, va  applicato sui capelli tamponati. Quando i capelli sono ancora bagnati,  il balsamo scorre e non penetra nella fibra.

Inoltre, se noti che il balsamo non ripara i capelli secchi, anche se lo applichi correttamente, significa che qualcosa è andato storto durante l’applicazione dello shampoo. Si sconsiglia quindi di spazzolare i capelli quando sono ancora bagnati,  in quanto ciò può renderli fragili.  Infatti, quando sono bagnati, i capelli perdono il loro sebo naturale, ed è questo che li rende più sensibili alle aggressioni esterne. Per questo devono essere  districati con le dita e non con un pettine.

  1. Sciacquare rapidamente il balsamo

Affinché il balsamo abbia effetto, è importante  lasciarlo in posa per alcuni minuti.  Risciacquare il trattamento dopo un minuto potrebbe non rendere i capelli lucidi e morbidi. È quindi importante  rispettare il tempo di pausa indicato. Ciò consente ai tuoi capelli di assorbire meglio il balsamo e ottenere l’effetto desiderato.

  1. Applicare il balsamo alle radici

L’errore più comune è applicare il balsamo alle radici. Questo trattamento è progettato per  prendersi cura solo delle tue lunghezze  e non deve essere applicato sul cuoio capelluto. Infatti, quando ti lavi i capelli con lo shampoo, pulisci il cuoio capelluto dal sebo in eccesso. Tuttavia, applicando il balsamo sulle radici,   il cuoio capelluto diventa rapidamente grasso. Ciò si traduce in capelli appiattiti e meno voluminosi che richiedono un secondo lavaggio.

applicare dopo lo shampoo

Applicare il balsamo sulle lunghezze – Fonte: spm

È possibile sostituire lo shampoo con il balsamo?

Da tempo il balsamo è in aumento. Molte donne    sono infatti seguaci del co-washing. Questa tecnica consiste  nel lavare i capelli solo con un balsamo e senza shampoo.

Composto da ingredienti ad azione detergente, come il solfato, lo shampoo è considerato aggressivo per i capelli, da qui l’uso del balsamo. Quest’ultimo non aggredisce la fibra capillare, lava i capelli  riparando l’effetto crespo e le punte secche,  grazie alla sua azione idratante. Inoltre, poiché non danneggia i capelli, le squame rimangono chiuse e quindi qualsiasi colorazione che applicherai durerà a lungo. Tuttavia, come accennato in precedenza, è importante scegliere con attenzione il trattamento. A seconda delle esigenze dei tuoi capelli, puoi scegliere un balsamo  con emollienti emollienti,  come olio di argan o burro di karité, o  umettanti idratanti, come miele, glicerina vegetale o aloe vera. Senza dimenticare le proteine ​​che aiutano a proteggere il capello e a rigenerare la struttura del capello, come il grano o l’avena.

Va però precisato che anche se il co-wash si prende cura dei capelli, è consigliabile non ripetere quotidianamente questa tecnica con il rischio di soffocare il cuoio capelluto o addirittura appesantire i capelli, soprattutto quando si hanno i capelli grassi.

Evitando questi errori, sfrutterai appieno le proprietà del balsamo e troverai così capelli lucenti ed elastici.