Pulire il bagno, rimuovere lo sporco e le macchie incastonate negli elettrodomestici, pulire la cucina, lavare i servizi igienici e igienizzare i diversi ambienti della casa… Per occuparsi della manutenzione della casa, tutte queste faccende domestiche, beh ci stanno provando , sono essenziali. In questo articolo sveliamo metodi semplici e formidabili per lavare e pulire i piatti e ridurre il tempo dedicato a questo lavoretto.

Ci sono due opzioni per pulire e sgrassare pentole e padelle e rimuovere i residui di cibo da piatti, bicchieri, coltelli, cucchiai e forchette. Se hai una lavastoviglie, devi solo risciacquare i tuoi piatti prima di metterli in lavatrice per lavarli. Se lavi i piatti a mano, ci sono alcuni metodi che puoi adottare per far brillare le posate e ottimizzare i tempi di lavaggio.

Le regole per lavare i piatti il ​​prima possibile

  1. Risciacquare quindi lavare
risciacquo dei piatti

Il risciacquo facilita la rimozione dei residui – Fonte: spm

Prima di lavare i piatti, è meglio sciacquarli prima. In effetti, questo semplice gesto rimuove parte dello sporco e ottimizza il lavaggio delle stoviglie. Che tu voglia lavare i tuoi piatti a mano o in lavastoviglie, questo accorgimento ti semplificherà la vita.

  1. Lava i piatti mentre cucini
lavare gradualmente

Lavare gradualmente – Fonte: spm

Per evitare che i tuoi piatti si accumulino a fine giornata o peggio, a fine settimana per alcuni, è fondamentale lavare gradualmente tazze, piatti e posate. Mentre cucini, lavora sodo per sbarazzarti di quanti più piatti possibili. Ad esempio,   mentre aspetti che le tue deliziose lasagne cuociano in forno , puoi iniziare a lavare le pentole, le padelle, il tagliere o le posate utilizzate.

  1. Sii disciplinato e lava i piatti dopo ogni pasto
essere organizzato

Essere organizzati per lavare bene i piatti – Fonte: spm

Sebbene lavare i piatti sia temuto da molte persone, sembrerebbe che con disciplina, questo compito si riveli molto semplice e richieda poco sforzo. Se tendi a procrastinare questo lavoro, alla fine della settimana potresti ritrovarti con una pila di piatti difficili da lavare. Prendi il coraggio con entrambe le mani e lava i piatti dopo ogni pasto per mantenere i tuoi piatti sempre puliti.

Consigli naturali per lavare i piatti

Per pulire bene i piatti si può optare per accorgimenti naturali.

  • Per lavare i piatti

Se i residui di cibo sembrano essere incorporati nei tuoi piatti, mescola acqua saponata e sale grosso e usa una spugna per strofinare i piatti. Se i piatti sono bruciati, far bollire l’aceto bianco o il succo di limone e versarli nei piatti. Strofinare per pulirli in modo ottimale.

  • Per lavare e lucidare l’argenteria

Se vuoi far brillare la tua argenteria, strofinala con mezzo limone o con del dentifricio. Entrambi questi ingredienti sono efficaci nella sanificazione dell’argenteria. Puoi anche far bollire le posate in una casseruola e cospargere di bicarbonato di sodio. Quindi toglieteli dall’acqua e strofinateli con una spugna. Sciacquare con aceto bianco e acqua per renderli lucidi.

  • Per lavare e sgrassare pentole e padelle

Se pentole e padelle sono unte , riempitele di acqua calda e versate l’aceto di alcol. Lasciare agire una ventina di minuti quindi strofinare con una spugna per eliminare i residui di grasso. Se le tue padelle sono bruciate, riempile d’acqua e aggiungi sale grosso o bicarbonato di sodio. Lasciare agire per 45 minuti quindi strofinare con una spugna per strofinarli.

  • Per lavare e ravvivare la lucentezza degli occhiali

Nel tempo, le lenti trasparenti possono diventare opache. Per renderli lucidi come nuovi, metteteli a bagno in una bacinella e versatevi le bucce di patate. Lasciare in posa dieci minuti quindi risciacquare con acqua e aceto bianco. Grazie all’azione dell’amido e all’acidità dell’aceto, i tuoi bicchieri riacquisteranno il loro antico splendore. Se contengono tracce bianche di calcare, dovrai spruzzarle con aceto bianco o succo  di limone per rimuoverle definitivamente .