Il calcare e il calcare nelle caldaie e nei tubi dell’acqua calda possono accorciare la vita dei tubi compromettendo l’efficienza dei tuoi sistemi di riscaldamento. Se vuoi evitarlo e non affrontare bollette energetiche più elevate, ti mostriamo come farlo.

Il calcare e le incrostazioni possono assumere la forma di uno strato bianco che continua ad addensarsi negli anni all’interno delle tubazioni della caldaia o dell’intero bagno. In questione,  una forte presenza di carbonato di calcio e magnesio.  Ecco come superare questo inconveniente attraverso consigli e suggerimenti.

tubi dell

Tubazioni acqua calda – Fonte: spm

Tubi dell’acqua in scala: effetti nocivi

Se l’acqua calda è una necessità, abusarne significa anche fare i conti con la formazione di calcare e incrostazioni, oltre a contribuire ad aumentare i consumi elettrici dei tuoi elettrodomestici. E se i tubi dell’acqua calda finiscono per intasarsi è perché sono particolarmente sensibili al calcare. Si creano quindi inconvenienti che possono comportare variazioni di temperatura,  rottura delle tubazioni o perdita di pressione.

tubi dell

Tubazioni dell’acqua – Fonte: spm

Come rimuovere il calcare e il calcare dalla caldaia o dai tubi dell’acqua calda?

Per ogni tubo da pulire, riempire diverse pentole con acqua calda, quindi spegnere l’acqua e spegnere lo scaldabagno. Aprire i rubinetti per svuotare i tubi e far defluire l’acqua residua prima di chiuderli.

In parallelo, mescolare in una ciotola due bicchieri di aceto bianco in 2 litri d’acqua, quindi versare la soluzione nei tubi. Lascia riposare per qualche ora, quindi versa dell’acqua bollente nello scarico. Quindi riaprire i tubi così come lo scaldabagno ei rubinetti  in modo che i depositi di calcio scomposti con l’aceto e l’acqua bollente possano  essere sciacquati .

Se i tubi sono lontani dall’essere al sicuro dalle incrostazioni, anche l’interno del tuo bagno è lungi dall’essere risparmiato. Ecco un trucco molto efficace per farli sparire e far brillare la stanza.  

disintasamento dei tubi

Processo di disintasamento dello scarico – Fonte: spm

Come preparare il tuo sbloccatore per tubi dell’acqua?

I prodotti per disintasare i tubi industriali rimangono tossici e persino costosi. Se vuoi evitare di danneggiare i tuoi tubi a lungo termine, la cosa migliore è ancora una volta preparare il tuo sbloccatore. E per questo, è difficile non notare gli elementi essenziali per la pulizia come  il succo di limone, il bicarbonato di sodio e altri prodotti ecologici.

Mescolare il bicarbonato, il succo di limone e il sale grosso quindi aggiustare il dosaggio in base alla quantità di tartaro accumulata. Versate il composto nelle pipette e lasciate agire per 30 minuti o anche 1 ora. Infine versare acqua bollente per disintegrare i residui di calcare  attaccati alle pareti dei tubi.

Come mantenere i tubi dell’acqua?

Che si tratti dei tubi dell’acqua, di un lavandino o di uno scarico della doccia, c’è anche un altro must per la pulizia per sbloccarli: i  fondi di caffe.  Come per il bicarbonato e l’aceto,  versare i fondi di caffè direttamente nel tubo interessato dall’accumulo di calcare  per rimuovere le impurità incrostate.

Come prevenire le squame dei tubi dell’acqua calda?

Dopo aver disincrostato le tubazioni dell’acqua calda, è meglio non limitarsi a questo lavoro perché se si vuole terminarlo definitivamente, è meglio prendere delle misure. Ad esempio, si può prendere in considerazione  l’acquisto di un addolcitore  per evitare la ricomparsa delle incrostazioni eliminando gli ioni calcio che sono all’origine della sua formazione. Inoltre, puoi ottenere un anticalcare magnetico che proteggerà le tue tubazioni da eventuali depositi di calcare e calcare.

Inoltre, ci sono una miriade di tecniche  per sbloccare gli scarichi della tua casa in meno di 5 minuti.