Il bicarbonato di sodio può avere molteplici usi: casalingo, salute e persino bellezza. Tuttavia, il suo utilizzo potrebbe essere rischioso se si abusa del suo utilizzo.

Ecco i rischi associati al suo uso eccessivo

Bruciore di stomaco e indigestione sono problemi comuni che la maggior parte di voi ha sperimentato. Per alleviarli si ricorre a rimedi casalinghi, ma anche a farmaci, alcuni dei quali includono il bicarbonato di sodio.

Il motivo è che, come spiega la Clínica Universidad Navarra in Spagna, questo ingrediente è un sale in grado di neutralizzare l’acido in eccesso nello stomaco. Non rimane nello stomaco, ma passa nel sangue, che può contribuire ad alcalinizzare il sangue, ma può anche avere effetti indesiderati.

bicarbonato

Bicarbonato di sodio – Fonte: spm

Come prendere il bicarbonato per il bruciore di stomaco?

Uno degli usi principali del bicarbonato di sodio è quello di alleviare il bruciore di stomaco e l’indigestione acida. Ma è importante usarlo con cautela e rispettando il dosaggio prescritto.
Secondo la National Library of Medicine degli Stati Uniti, dovrebbe essere assunto 1-2 ore dopo i pasti con un bicchiere d’acqua pieno.

Il motivo è che potrebbe causare un aumento della produzione di anidride carbonica, che porta alla distensione gastrica, che in alcuni casi può perforare le pareti dello stomaco.

L’Agenzia spagnola per i medicinali e i prodotti sanitari raccomanda da 1 a 2 grammi al giorno.

Un’altra raccomandazione importante è di non usarlo per più di 2 settimane senza indicazione medica e nel caso in cui le tue condizioni peggiorano o non noti risultati, consulta il tuo medico.

bicarbonato1

Bicarbonato di sodio – Fonte: spm

Chi non dovrebbe prendere il bicarbonato di sodio?

È necessario consultare il medico prima di assumerlo nel caso in cui si abbia una malattia cronica o si stiano assumendo farmaci.

Non è raccomandato per l’uso nei bambini di età inferiore ai 12 anni se non consigliato da un medico. È inoltre vietato l’uso in pazienti con insufficienza renale, cardiaca o epatica, ipercalcemia, ipocloridria, tendenza alla formazione di edemi, sintomi di appendicite, ostruzione intestinale o alcalosi metabolica o respiratoria.

Infine, se soffri di ipertensione, cirrosi epatica, se segui una dieta iposodica, se sei ipersensibile, allergico o se hai già avuto una reazione al bicarbonato, evita di assumerlo.

Cosa succede se prendi troppo bicarbonato di sodio?

Assumere il bicarbonato di sodio a stomaco vuoto per il  bruciore  di stomaco  è diventato un rimedio naturale.

Evitare di assumere più di 6 grammi al giorno e non prenderlo per più di 2 settimane di seguito. Infatti, l’uso prolungato può portare ad alcalosi metabolica e ritenzione idrica.

L’alcalosi è causata da un eccesso di basi nei fluidi corporei. Questo problema è legato a una diminuzione dei livelli di anidride carbonica o, come in questo caso, a un aumento dei livelli di bicarbonato, che rende il corpo troppo alcalino, spiega la National Library of Medicine degli Stati Uniti.

Se si verificano questi sintomi consultare il medico: confusione, tremori alle mani, vertigini, contrazioni muscolari, nausea, vomito, intorpidimento o formicolio del viso, delle mani o dei piedi e spasmi muscolari prolungati sono alcuni dei sintomi.

Sebbene nella maggior parte dei casi l’alcalosi risponda bene al trattamento, senza trattamento può portare a complicazioni come aritmie, coma o squilibrio elettrolitico.

Se consumi bicarbonato di sodio con latte o suoi derivati, può portare alla sindrome lattoalcalina.

È caratterizzata da ipercalcemia, insufficienza renale, insufficienza cardiaca, alcalosi metabolica, crampi, svogliatezza, nausea, vomito,  mal di testa , confusione e mancanza di appetito.

Consulta il tuo medico se hai sintomi. È fondamentale affrontarli.
È quindi importante fare attenzione quando si consuma il bicarbonato di sodio. Prendi le tue precauzioni e, in caso di dubbio, consulta il tuo medico.