Una buona pulizia della casa non significa solo far brillare le superfici. Una buona igiene richiede anche un bucato pulito. Questo riguarda quello del letto, del bagno, ma anche gli oggetti di stoffa della casa. Scopri quanto spesso devi lavare il bucato e gli articoli per la casa e cosa rischi se non lo fai.

Per garantire una buona igiene in casa, è importante lavare regolarmente la biancheria da letto, da bagno, ma anche alcuni oggetti per la casa come tende o cuscini.

Con quale frequenza devo lavare il bucato e gli articoli per la casa?

  • biancheria da letto

Per godere di una buona notte di sonno, è importante  mantenere regolarmente la biancheria da letto . Le lenzuola devono essere lavate una volta alla settimana. Se invece  soffri di allergie o problemi cutanei , aumenta la frequenza a due volte a settimana. Si consiglia di utilizzare un ciclo ad acqua calda per eliminare i batteri. Per quanto riguarda la federa, è importante lavarla 2 o 3 volte a settimana, soprattutto se hai  la pelle a tendenza acneica. 

mantenere la biancheria da letto

Mantenere la biancheria da letto – Fonte: spm

  • Biancheria per la casa: asciugamani da cucina

Gli strofinacci da cucina sono un vero terreno fertile per i batteri. Si consiglia di lavarli settimanalmente, utilizzando una temperatura molto alta. Ricorda inoltre di  riservare uno strofinaccio per ogni utilizzo  : uno per asciugare i piatti, uno per pulire le superfici e un altro per pulirti le mani.

  • Biancheria per la casa: tende

Se le tue tende sono leggere, puoi lavarle facilmente in lavatrice,  due volte l’anno. Per tende spesse con fodera, spolverali appena lo ritieni necessario utilizzando un aspirapolvere,  sul davanti e sul retro del tessuto.

  • Biancheria per la casa: cuscini

Puoi lavare i cuscini in lavatrice una volta all’anno. La maggior parte dei cuscini  può sopportare una temperatura media compresa  tra 30° e 40°, ma è meglio fare riferimento all’etichetta. Per quanto riguarda le coperte, lavarle una volta al mese, o  ogni volta che sono macchiate.

  • Biancheria per la casa: tappeti

Si consiglia  di lavare i tappeti ogni due anni e di spolverarli regolarmente utilizzando un aspirapolvere. Per i tappeti leggeri che possono essere lavati in lavatrice, puoi lavarli una volta al mese.

tappeto sottovuoto

Aspirare il tappeto – Fonte: spm

  • Biancheria da bagno

Salviettine, tappeti e asciugamani da bagno contengono molti germi. C’è da dire che anche dopo la doccia la  nostra pelle non è completamente pulita , perché depositiamo sempre batteri, microbi, funghi e pelle morta sul nostro telo da bagno. Da qui la necessità di lavarlo ogni 3 giorni,  se si fa la doccia tutti i giorni . In caso contrario, è sufficiente lavare una volta alla settimana. La salvietta deve essere cambiata ogni giorno. Per quanto riguarda i tappetini da bagno, sono esposti all’umidità e ai funghi. Vanno quindi lavati in lavatrice ogni settimana.

Cosa rischi se non lavi regolarmente la biancheria per la casa?

  • Biancheria da letto

Olio, fluidi corporei e peli di animali domestici sporcano la nostra lettiera. Senza contare che le cellule morte che lasciamo sui nostri fogli  favoriscono la proliferazione degli acari della polvere , soprattutto quando sudiamo la sera. In effetti, questi funghi microscopici  apprezzano l’umidità e il calore.  Detto questo, una biancheria da letto mal tenuta ci mette a rischio di eruzioni cutanee o il rischio di sviluppare un’infezione fungina o di dermatite da contatto, come l’eczema. Senza contare che  dormire in lenzuola sporche può portare a problemi respiratori e aggravare l’asma o le allergie nelle persone a rischio.

acaro

Acaro – Fonte: spm

  • Biancheria da bagno

L’ambiente caldo e umido del bagno favorisce lo sviluppo di funghi, in particolare sugli asciugamani da bagno. Questi assorbono l’umidità e richiedono tempo per asciugarsi. Questo costituisce quindi  un terreno favorevole per lo sviluppo dei germi.  L’uso di un asciugamano sporco può irritare la pelle e causare infezioni, come l’infezione da  stafilococco.  Inoltre, il batterio responsabile di questa infezione, chiamato stafilococco, si diffonde su asciugamani e lenzuola.

  • Biancheria per la casa: tappeti, tende e cuscini

Questi oggetti per la casa spesso contengono polvere e sono quindi un luogo ideale per lo sviluppo di acari della polvere. Questi funghi microscopici sono infatti alloggiati nella polvere. La loro presenza può causare allergie, poiché   gli acari della polvere sono allergeni  Tuttavia, arieggiare la tua casa e lasciare che i raggi del sole uccidano questi aracnidi non è abbastanza per proteggerti. In effetti, anche  i cadaveri e gli escrementi degli acari della polvere sono allergeni.  Da qui la necessità di lavare regolarmente tutti gli oggetti in cui trovano rifugio. Si consiglia inoltre di sfalsare il mobile dalla parete per evitare l’accumulo di polvere su di esso.

Rispettando queste frequenze di lavaggio, assicurerai un’igiene impeccabile nella tua casa e ti proteggerai dagli allergeni.