Copripiumini, lenzuola con angoli, federe, cuscini, coperte, piumoni, cuscini o anche coprimaterassi sono tutti elementi che compongono la nostra biancheria da letto. Esposta a polvere, acari, batteri e sudore, la biancheria da letto deve essere pulita regolarmente. Ecco quanto spesso dovresti cambiare la biancheria da letto per mantenere la tua salute e il tuo comfort.

Lavare e cambiare la biancheria da letto non è sempre divertente. Slaccia il letto, metti il ​​bucato in lavatrice e asciugalo il più velocemente possibile per evitare odori di umido… È un bel lavoro! Ma per prendersi cura della propria salute, si consiglia di cambiare regolarmente la biancheria da letto. Ti diciamo di più.

Ogni quanto va lavata la biancheria da letto?

I francesi dormono circa 7 ore a notte , secondo uno  studio  condotto da Public Health France.  Ciò significa che ogni settimana trascorriamo quasi 49 ore nel nostro letto. Questo tempo permette al nostro corpo di rigenerare le sue cellule e recuperare l’energia di cui ha bisogno per funzionare in modo ottimale.

pulizia biancheria da letto

Pulizia biancheria da letto – Fonte: spm

Solo, se ci sembra fondamentale dormire bene, le condizioni igieniche da rispettare sono fondamentali per tutelare la nostra salute. In realtà, la nostra biancheria da letto può raccogliere batteri, pelle morta, sporco, sudore, peli di animali o acari della polvere. In questo senso, lavare la biancheria da letto è essenziale per evitare una serie di malattie.

I casi in cui è necessario cambiare le lenzuola una volta alla settimana

frequenza di lavaggio delle lenzuola

La frequenza del lavaggio delle lenzuola – Fonte: spm

Come spiega la Sleep Foundation , la maggior parte delle persone dovrebbe lavare le lenzuola una volta alla settimana. Se si tende a mangiare a letto, dormire nudi, sudare o accogliere il proprio animale domestico nel proprio letto, si consiglia una frequenza di lavaggio ogni 3-4 giorni. Inoltre, se soffri di allergie, infestazioni da pidocchi o malattie virali o batteriche, ricordati di cambiare frequentemente la biancheria da letto per proteggere la tua salute.

Casi in cui devi cambiare le lenzuola dopo 2 o 3 settimane

dormire in un ambiente sano

Dormire in un ambiente sano – Fonte: spm

In alcuni casi, la frequenza dei lavaggi può essere estesa. Se non hai allergie, fai la doccia ogni sera e non sudi di notte, puoi permetterti di lavare le lenzuola ogni 2-3 settimane.

Come prevenire la diffusione dei batteri?

Oltre al lavaggio delle lenzuola, alcune  azioni possono prevenire la diffusione dei batteri . Prima di tutto, non dovresti mai lasciare il bucato per terra o nella vasca del bucato per diversi giorni. Non appena togli le lenzuola, devi metterle in lavatrice. Non scuoterli per evitare di diffondere germi patogeni in camera da letto o in casa.

evitare di scuotere le lenzuola

Evitare di scuotere le lenzuola – Fonte: spm

Inoltre si consiglia di lavare le lenzuola a 40° minimo. In ogni caso, leggi le etichette sui fogli per lavarli alla giusta temperatura a seconda che siano di cotone, poliestere, raso o lino. Per ammorbidire il bucato, puoi optare per l’aceto bianco in lavatrice.

Quando lavare piumoni e cuscini?

cuscini puliti piumoni

Non dimenticare di lavare piumoni e cuscini – Fonte: spm

Molte persone lavano federe e lenzuola, ma a volte dimenticano di pulire piumoni e cuscini. Per rimuovere depositi di sebo, polvere e acari, anche questi devono essere lavati. Se hai un cuscino sintetico, si consiglia di lavarlo ogni due mesi. Se il tuo cuscino è giù, lavarlo due volte l’anno è sufficiente per mantenerlo. Per i piumini, puoi lavarli due volte l’anno.

La biancheria da letto è essenziale nelle nostre camere da letto, quindi è importante prendersene cura ma anche lavarla regolarmente per mantenerla fresca e garantire un sonno di qualità.