Con l’arrivo del freddo e delle basse temperature, è il momento di controllare il funzionamento dei radiatori e dei termosifoni che hai in casa.

In alcuni casi, l’accumulo di aria in eccesso negli apparecchi comporta costi inutili sulla bolletta della luce.

termosifone

Radiatore – Fonte: spm

In cosa consiste lo spurgo dei radiatori?

Si tratta essenzialmente dell’eliminazione di queste bolle d’aria, fonti di rischio per i dispositivi quando sono accesi.

Molti moderni sistemi di riscaldamento sono dotati di spurgo automatico, ma altri richiedono lo spurgo manuale. Si noti che queste bolle d’aria si verificano generalmente in primavera e in estate, quando il dispositivo non è più in uso.

Inoltre, quando si avvicina il freddo, è fondamentale sapere come spurgare i radiatori per evitare questi problemi.

Innanzitutto è necessario verificare se i  condotti del  radiatore  producono rumori simili a gorgoglii.

Se non li senti, è una buona idea toccare il dispositivo e vedere se la parte superiore è più fredda di quella inferiore.

Una volta verificate le condizioni del radiatore e identificate le sacche d’aria, può iniziare il processo di spurgo. Attenzione : questa operazione va eseguita sempre con l’impianto di riscaldamento spento. Una volta che il radiatore è freddo, gli accumuli d’aria rimangono nella sua parte superiore. Si consiglia quindi di iniziare con il radiatore più vicino alla caldaia, poiché segue il flusso naturale dell’acqua.

spurgo del radiatore

Spurgo del radiatore – Fonte: spm

Quindi, posiziona un contenitore sotto il rubinetto, poiché è lì che cadrà l’acqua.

Una volta aperto il radiatore, l’acqua e l’aria iniziano a fuoriuscire, probabilmente innescando un cattivo odore.

Ma, una volta che l’acqua fuoriesce, significa che tutta l’aria è fuoriuscita.

Questi passaggi dovrebbero quindi essere eseguiti sul resto dei radiatori della casa.

Il riscaldatore non funziona ancora correttamente?

Se dopo aver eseguito questo processo, il dispositivo continua a non emettere calore correttamente, potrebbe esserci un problema con l’intero sistema.

Per ovviare a questa situazione è necessario rivolgersi alle impostazioni: troverete un rubinetto di uscita dell’acqua situato nella parte inferiore del radiatore.

Se una stanza della casa ha bisogno di più calore, puoi chiudere il rubinetto  in un altro spazio, per aprire quello proprio nel punto in cui prevedi di utilizzare il riscaldamento.