Perché lasciare sempre un pezzo di riso nella credenza?

Perché lasciare sempre un pezzo di riso nella credenza?

Il consumo di riso nel mondo rappresenta non meno di 14.000 chili al secondo, ovvero 468 milioni di tonnellate di riso all’anno. Secondo l’Organizzazione Mondiale dell’Alimentazione, in Francia si consumano 4 chili di riso all’anno e per abitante, contro i 200 chili della Birmania, i 150 dell’Indonesia e i 90 della Cina. E sebbene i francesi siano molto indietro rispetto ai loro amici asiatici in termini di appetito per le erbe, resta il fatto che sono pieni di benefici per la salute, ma non solo. Puoi anche usare il riso per evitare tanti inconvenienti quotidiani. Spiegazioni.

Numerose prove archeologiche suggeriscono che il riso, o in breve Oryza sativa, sia stato coltivato dall’erba selvatica Oryza rufipogon circa 10.000 anni fa nella regione cinese della valle di Jiuzhaigou. In questa parte del mondo sono stati scoperti strumenti per la coltivazione del riso risalenti ad almeno 8000 anni fa.

Si ritiene che sia stato grazie alle spedizioni di Alessandro Magno che la coltivazione del riso sia stata introdotta in Grecia e nelle regioni mediterranee intorno all’anno 324. Il riso si è poi gradualmente diffuso nell’Europa meridionale e nei territori del Nord Africa. Tuttavia, fu solo nel XV secolo che  il riso  fu ampiamente consumato in Italia e in Francia. Oggi questo cereale della famiglia delle Poaceae si invita alla tavola di tutti i francesi per accompagnare tanti piatti. Ma lo sapevi che puoi usare questo alimento anche per prenderti cura dei tuoi vestiti?

E il riso nelle nostre credenze?

Di certo non sei sfuggito all’ondata di trucchi che ti suggeriscono di usare il riso per salvare il tuo smartphone che affonda. Ebbene, sappiate che questo consiglio che può sembrare improbabile si è rivelato utile per gli utenti più goffi, a patto che il telefono non sia completamente inzuppato. In tal caso, dobbiamo purtroppo rassegnarci a salutarci.

In realtà, questo si spiega con il fatto che il riso ha una forte capacità di assorbire l’umidità. Tuttavia, i nostri  vestiti  possono anche soffrire della presenza di particelle d’acqua nell’aria. Che sia perché la tua casa è umida o perché li hai riposti nell’armadio prima che fossero completamente asciutti, i tuoi vestiti finiranno per emanare un odore sgradevole di muffa e muffa.

Quindi, mettendo il riso nella tua credenza, pulirà l’aria ambiente e assorbirà tutti i cattivi odori. Poco più ? Aggiungi qualche goccia di olio essenziale a tua scelta per profumare i tuoi vestiti.

Come procedere ?

Credenza

Per fare questo, avrai bisogno di una tazza di riso bianco, una bottiglia di olio essenziale, una ciotola, un pezzo di stoffa e un elastico.

Riempi la ciotola con chicchi di riso e poi aggiungi da 15 a 20 gocce di olio essenziale. Prendi un pezzo di stoffa e copri con esso la ciotola, l’elastico servirà per legare il tessuto in modo da evitare incidenti in caso di ribaltamento della ciotola.

Metti la tua preparazione all’interno della tua credenza, evitando di lasciarla alla portata di bambini e animali domestici. Sostituisci il tuo mix ogni mese per mantenere il tuo armadio fresco e prevenire gli odori stantii.

Naturale e meno costoso dei deodoranti per armadio venduti nei supermercati, questo trucco ti permetterà di goderti un  bucato  sempre profumato e combattere così i cattivi odori.

Hit enter to search or ESC to close.