Se non vuoi che la tua acqua abbia il sapore dell’aceto bianco dopo la decalcificazione, ecco un’altra opzione ancora più efficace contro il calcare nel bollitore.

La lotta al calcare è una sfida quotidiana per molte famiglie. Sebbene siano molto innocui da consumare, i fiocchi di lime che galleggiano intorno al tè o al caffè possono lasciare un retrogusto leggermente amaro e danneggiare l’apparecchio. Per questo motivo si consiglia di decalcificarlo regolarmente. L’aceto bianco è generalmente consigliato per la maggior parte delle attività di pulizia, inclusa la decalcificazione degli elettrodomestici.

È stato a lungo considerato la cura miracolosa per rimuovere quell’ostinato accumulo di calcare, ma il suo utilizzo può avere alcuni inconvenienti, come un forte odore, un tempo di ammollo prolungato, ma, soprattutto, può essere corrosivo per alcuni materiali, in particolare l’acciaio inossidabile, e può danneggiare a lungo termine la superficie dei vostri elettrodomestici, in particolare del bollitore. In realtà esiste un prodotto ancora più efficace: l’acido citrico. Questa alternativa poco conosciuta offre un potere pulente superiore senza gli inconvenienti dell’aceto bianco.

Ecco perché per superarla è sempre più consigliato l’acido citrico. Altrettanto efficace nella rimozione del calcare, questo prodotto non lascia profumo o odore nel bollitore. L’acido citrico è un acido naturale presente in molti frutti, in particolare negli agrumi. È ampiamente utilizzato nell’industria alimentare come conservante e acidificante. Come detergente, l’acido citrico presenta numerosi vantaggi rispetto all’aceto bianco.

A differenza di quest’ultimo, l’acido citrico ha un odore leggero e gradevole, che rende il processo di pulizia molto più piacevole. Grazie alla sua elevata acidità, l’acido citrico agisce in modo rapido ed efficace. Spesso è sufficiente lasciare il bollitore in ammollo per un’ora per ottenere risultati soddisfacenti. Ancora più importante, l’acido citrico è generalmente sicuro da usare su una varietà di materiali, compreso l’acciaio inossidabile, e non causerà danni a lungo termine al bollitore.

Come usare l’acido citrico per pulire il bollitore? Riempi il bollitore con acqua e aggiungi un cucchiaio di acido citrico per litro d’acqua. Portare l’acqua a ebollizione, quindi spegnere il bollitore e lasciarla raffreddare per circa un’ora. Svuotare il bollitore e sciacquarlo accuratamente con acqua pulita. Se necessario, utilizzare una spazzola o una spugna morbida per rimuovere eventuali residui rimasti. Non resta che risciacquare nuovamente il bollitore con acqua pulita prima di utilizzarlo.