Un modo fantastico per rimuovere la muffa dal sigillante siliconico, che lo rende “impossibile da restituire”

Un modo fantastico per rimuovere la muffa dal sigillante siliconico, che lo rende “impossibile da restituire”

L’accumulo di muffa sul mastice è uno dei punti più difficili da pulire, soprattutto se rimane lì per mesi o anni. Fortunatamente, gli esperti di pulizia hanno condiviso un must-have nell’armadio della cucina che rende “impossibile” il ritorno della muffa.

Sarebbe logico pensare che con le qualità impermeabili del sigillante siliconico, la muffa non potrebbe svilupparsi su di esso. Tuttavia, con il passare del tempo, il sigillante siliconico può staccarsi dalla superficie, consentendo all’acqua di iniziare a raccogliersi su di essa.

La muffa ama gli ambienti caldi e umidi. Poiché il bagno è un ambiente umido, se le superfici non vengono asciugate dopo ogni utilizzo, le spore rilasciate dalla muffa possono depositarsi sulla zona umida e proliferare.

Quando si tratta di rimuovere la muffa, l’uso di prodotti chimici aggressivi “non è sempre la soluzione migliore”, hanno avvertito gli esperti di pulizia dell’azienda britannica Fantastic Services. Invece, hanno suggerito due dei “migliori detergenti naturali” che aiuteranno a rimuovere la muffa dai sigillanti del bagno.

Il bicarbonato di sodio “funziona benissimo” come smacchiatore per muffe. Mescolatelo con un po’ d’acqua fino ad ottenere una pasta densa. Distribuire questa pasta sulla zona ammuffita e lasciarla per un po’. Quindi, utilizzando un vecchio spazzolino da denti, strofinare lo stampo e risciacquare con acqua.

L’aceto bianco è un detergente versatile ed è anche un “fantastico smacchiatore per muffe”. Gli esperti hanno detto: “La sua acidità rende impossibile la crescita della muffa e l’aceto può uccidere fino all’82% delle specie di muffa”. Basta spruzzare la soluzione di aceto sulle zone interessate e pulire la superficie con acqua tiepida dopo un’ora. Asciugare accuratamente la superficie con un asciugamano per evitare il ritorno della muffa. È una buona idea tenere una bottiglia di aceto a portata di mano in bagno e spruzzarla sulle superfici soggette a muffa due volte a settimana. L’aceto garantisce che “sarà impossibile il ritorno di muffe” sulle superfici trattate.

Se la muffa sembra ostinata, mescola l’aceto con abbastanza bicarbonato di sodio per formare una pasta densa e riapplica, lascia riposare per una notte e ripeti il ​​processo di pulizia.

Esistono anche alcune misure preventive che le famiglie possono adottare per cercare di prevenire la crescita di muffe sui sigillanti siliconici. Una misura è quella di pulire le superfici fino a quando non sono asciutte dopo aver fatto il bagno o la doccia, poiché ciò può rimuovere l’ambiente di cui la muffa ha bisogno per prosperare e crescere. Anche i bagni dovrebbero essere ventilati per prevenire la crescita di muffe. Questo può essere fatto aprendo una finestra o con un aspiratore.

Hit enter to search or ESC to close.