Come i conducenti “uccidono” il motore controllando il livello dell’olio

Come i conducenti “uccidono” il motore controllando il livello dell’olio

Fare i livelli sulla tua automobile evita seri problemi, che possono essere molto costosi! Nel contesto attuale, attenersi al proprio budget “auto” è essenziale. Riguarda anche la longevità e il corretto funzionamento di tutti gli elementi della tua auto. I guasti al motore sono drammatici. Fare il livello dell’olio motore richiede rigore e regolarità. I risultati del tuo controllo devono essere affidabili e rassicurarti. La mancata esecuzione di questa procedura di base influirà sul motore e potrebbero verificarsi costose riparazioni.

Ecco come controllare efficacemente il livello dell’olio e alcuni promemoria per non essere sorpreso quando sarà il momento!

Come non correre rischi controllando il livello dell’olio motore?

“Tutto è in olio”, l’espressione popolare si applica bene alla meccanica della tua auto. L’olio è un lubrificante che serve per “ingrassare” le varie parti del blocco motore. Ha anche proprietà detergenti e anticorrosive. Infine, contribuisce anche alla tenuta e al rilascio dei residui di combustione. Ecco perché non hai bisogno di troppo o troppo poco olio nel tuo motore. Nel tuo piano di manutenzione, una priorità assoluta, controlla regolarmente il livello del lubrificante. I  vari indicatori sul cruscotto  te lo ricorderanno… in caso di tua assenza. I sensori inviano l’allarme. Il piccolo contenitore con la goccia d’olio si illumina di arancione: un controllo è fondamentale! Diventa rosso? devi fermarti! Un elemento difettoso causerà gravi danni.

Dove controllare il livello dell’olio?

Salvo casi del tutto eccezionali, i veicoli non sono dotati di “contatore dell’olio”. Devi fermarti, sollevare il cofano e trovare l’indicatore di livello. È vicino al blocco motore. Una specie di spada nel fodero!

Controllo olio motore

logo pinterest

Controllo olio motore – Fonte: spm

Piccola precisazione: l’olio motore è un fluido contenuto in uno spazio ristretto. Sposerà le pendenze, i movimenti indotti dal mezzo. Quasi come l’acqua in una bottiglia. Effettuare il controllo in un luogo pianeggiante, senza buche, senza pendenze, che potrebbero falsare l’operazione. Scoprire che tutto va bene quando devi fare un rabbocco può portarti direttamente dal meccanico, nel migliore dei casi.

Trova il momento giusto per controllare il livello dell’olio

Per ragioni legate alle caratteristiche fisiche dei lubrificanti, si sconsiglia di effettuare subito la verifica, soprattutto se si fosse in circolazione. Aspetta dai 10 ai 15 minuti. Prendete un panno pulito e possibilmente un barattolo di olio e un imbuto. Prenditi il ​​tuo tempo e scruta l’asta di metallo che hai in mano. Alla sua estremità superiore, ha dei segni. Due esattamente: uno, che indica il livello massimo e l’altro, il livello minimo.

Effettuare più volte il controllo dell’olio, con calma

La tua prima lettura non ti darà le informazioni corrette. Ripetere la stessa operazione, dopo aver pulito lo stelo con il panno. Si consiglia di eseguire questa operazione almeno tre volte per affinare il risultato del controllo.

Il livello sarà compreso tra i due segni, più verso il massimo che il minimo. Se la soglia minima viene superata, allora  ricarica  !

Per fare ciò, rimuovere il tappo del basamento e versare lentamente l’olio. Riprovare dopo alcuni istanti affinché il lubrificante penetri nelle parti del motore. Continua, e così via, fino a raggiungere il livello.

Si ricorda che un eccesso di lubrificante è dannoso per il buon funzionamento del carter. È difficile eliminare l’eccedenza. Dopo aver misurato un’ultima volta, puoi chiudere il cofano e attendere un po’ prima di avviare il motore del tuo veicolo. Se ti hanno portato al test, le luci dovrebbero spegnersi, in caso contrario, dovrai cercare immediatamente un aiuto professionale.

Effettuare regolarmente il cambio dell’olio significa anche prendersi cura di tutti gli elementi del veicolo

Il tuo meccanico si rende un punto d’onore compilare il libretto dei tagliandi, è un’ottima reflex professionale. Quando vendi il tuo veicolo a un privato, questa è una delle  prime cose  che controllerà con l’ispezione tecnica. Nel tuo libretto troverai la data e il numero di chilometri sul contachilometri durante l’ultimo cambio dell’olio. Conta ogni 10-15.000 km. Occorre restituire all’olio tutta la sua viscosità ed eliminare i residui.

Svuotare regolarmente il motore è una priorità assoluta

logo pinterest

Svuotare regolarmente il motore è una priorità assoluta – Fonte: spm

Approfitta dell’appuntamento per fare alcuni controlli: filtri, spazzole tergicristallo, livelli liquido lavacristallo, liquido freni, liquido raffreddamento, fari e usura gomme. Per non parlare di un controllo o manutenzione del condizionatore d’aria.

“Parigi non è stata costruita in un giorno”! Prendersi cura del proprio veicolo richiede tempo, regolarità e massimo rigore durante i controlli di livello. Credici, il tuo portafoglio andrà solo meglio!

Hit enter to search or ESC to close.