Come si pulisce una lavastoviglie con aceto bianco e bicarbonato di sodio?

Come si pulisce una lavastoviglie con aceto bianco e bicarbonato di sodio?

Non si può negare che la lavastoviglie ci semplifichi la vita e ci faccia risparmiare tempo risparmiandoci un lavoro che tutti temiamo. È quindi importante mantenerlo regolarmente in modo che rimanga funzionale, efficiente e privo di germi e batteri. Per fare questo, ci affidiamo a due ingredienti per la pulizia che non hanno bisogno di presentazioni: il bicarbonato di sodio e l’aceto bianco.

Bicarbonato di sodio e aceto in lavastoviglie

Con quale frequenza deve essere pulita la lavastoviglie?

Per mantenere efficiente la lavastoviglie, si consiglia di pulirla una volta al mese. Se invece lo si utilizza saltuariamente, questa pulizia periodica si può riassumere in due o tre volte l’anno.

Di quali ingredienti hai bisogno per pulire la lavastoviglie?

  • Bicarbonato
  • Un panno in microfibra
  • Acqua calda
  • Aceto bianco distillato
  • Un paio di guanti di gomma
  • Uno stuzzicadenti
  • Un vecchio spazzolino da denti

Come si pulisce la lavastoviglie con aceto bianco e bicarbonato di sodio?

Come abbiamo detto, la lavastoviglie senza la sua regolare dose di pulizia profonda è la giusta per batteri, cattivi odori e persino funghi, che possono anche influenzare la sua durata. Si consiglia quindi di mantenerlo periodicamente per perpetuarne l’efficacia! Ecco un trucco che sfrutta   le proprietà detergenti dell’aceto bianco e del bicarbonato di sodio. Segui la guida.

Bicarbonato di sodio e aceto bianco in lavastoviglie

Passaggio 1: inizia rimuovendo i cestelli, il filtro e i cestelli dalla lavastoviglie

Rimuovere il cestello dalla lavastoviglie

Innanzitutto, si consiglia di:

  1. Rimuovere il filtro, le griglie e le griglie dalla lavastoviglie.
  2. Vengono poi posti in una bacinella piena d’acqua, acqua tiepida e un bicchiere di aceto bianco distillato.
  3. Lasciare in ammollo per mezz’ora o più. Va notato che alcuni filtri non possono essere svitati manualmente e quindi richiedono strumenti per farlo.

Passaggio 2: pulisci i detriti

Pulisci i detriti all'interno della lavastoviglie

Assicurati di rimuovere eventuali detriti e residui che potrebbero annidarsi all’interno.

  1. Usando un panno, affronta le pareti laterali, comprese le aree inferiore e superiore e i bracci irroratori.
  2. Assicurarsi inoltre che non vi siano residui di cibo o detriti annidati nelle piccole fessure e fessure dell’erogatore e nei fori attraverso i quali esce l’acqua. In questo caso, procurati un vecchio spazzolino da denti o uno stuzzicadenti per rimuovere lo sporco.

Passaggio 3: aggiungere aceto bianco al ciclo dell’acqua calda dell’apparecchio

Aggiungere l'aceto in lavastoviglie

  1. Prendi un piccolo contenitore lavabile in lavastoviglie e versaci  dentro 1 bicchiere di aceto bianco prima di metterlo all’interno dell’apparecchio vuoto o in uno dei cestelli.
  2. Accendi il ciclo dell’acqua calda della lavastoviglie, chiudi lo sportello e lascia che l’acido acetico nell’aceto bianco e il vapore sciolgano lo sporco residuo e la schiuma di sapone.

Passaggio 4: impostare la lavastoviglie su un ciclo di lavaggio breve con bicarbonato di sodio

Aggiungere il bicarbonato di sodio in lavastoviglie

Una volta terminato il primo ciclo:

  1. Versare 1 bicchiere di bicarbonato di sodio nel  contenitore del sapone per lavastoviglie;
  2. Impostarlo su un ciclo di lavaggio breve. In questo modo, permetti al bicarbonato di sodio in polvere di rompere le macchie creando un ambiente fresco all’interno della lavastoviglie.

Con questo metodo, il tuo apparecchio è perfettamente pulito e ben deodorato!

Se lo desideri, usa il bicarbonato di sodio a tuo vantaggio  come assorbitore di odori su più aree della casa.

Passaggio 5: terminare pulendo la porta esterna della lavastoviglie

Pulizia della porta esterna della lavastoviglie

Per finire in bellezza, ti suggeriamo di creare il tuo detergente per far brillare la porta della tua lavastoviglie.

Per fare ciò, avrai bisogno di:

  • 1 cucchiaio di detersivo per piatti
  • Una tazza di aceto bianco
  • Una tazza d’acqua 

Modo d’uso

  1. Il tutto viene versato in un flacone spray;
  2. Basta impregnare un panno pulito con la soluzione detergente, strizzare e poi strofinare il dispositivo nella direzione della venatura;
  3. Infine, pulire con un panno dopo il risciacquo per avere una superficie pulita senza la minima traccia di impronte digitali. Per quanto riguarda l’area del pannello di controllo e le maniglie, è sufficiente un panno umido.

Questo metodo da solo può fare la differenza perché il tuo dispositivo non solo avrà un nuovo aspetto, ma sarà anche più efficiente. Ma non lasciare che questo ti faccia dimenticare un dettaglio essenziale che ti farà risparmiare costi inutili nelle riparazioni: la pulizia periodica!

Alcuni consigli per mantenere la lavastoviglie pulita più a lungo

Prima di utilizzare l’apparecchio, ricordarsi di raschiare eventuali avanzi di cibo dai piatti. Il semplice atto di farlo aiuta a evitare che il cibo si accumuli in determinate aree dell’apparecchio e lo filtri.

A proposito di filtri, ricordati di controllarli regolarmente e non esitare a sciacquarli per rimuovere eventuali residui di cibo che rimangono incastrati al loro interno.

Ecco! Ora sai come avere  una lavastoviglie che profuma di pulito grazie ai due ingredienti pratici ed ecologici del bicarbonato di sodio e dell’aceto bianco. Lunga vita alle faccende semplici!

Domande frequenti

Come usare l’acido citrico per sgrassare e decalcificare la lavastoviglie?

L’acido citrico è un detergente che non ha nulla da invidiare all’aceto bianco e al bicarbonato di sodio, soprattutto quando si tratta di decalcificare. Puoi trovarlo in forma liquida o in polvere, nei negozi biologici, nei grandi negozi di bricolage o giardinaggio o sui siti di vendita online. E ti consigliamo di usare acido citrico in polvere in questo caso. Per quale motivo? Perché i cristalli rimarranno nella vaschetta del detersivo fino alla parte importante del ciclo di lavaggio, a differenza dellaversione liquida che potrebbe esaurirsi prima. Tutto sommato, l’acido citrico in polvere dà risultati più efficaci.

Fasi di pulizia dell’acido citrico:

Passaggio 1: aggiungere 1/2 bicchiere di cristalli di acido citrico all’interno della vaschetta del detersivo della lavastoviglie e richiuderla.

Passaggio 2: impostare il dispositivo sul solito programma.

Passaggio 3: questo passaggio è seguito da un altro ciclo di lavaggio, questa volta aggiungendo il detersivo per lavastoviglie al cestino dedicato.

Passaggio 4: se c’è un accumulo significativo di rifiuti alimentari, schiuma di sapone e minerali, o se non hai ottenuto il risultato desiderato, sentiti libero di ripetere il processo.

Come si pulisce correttamente la lavastoviglie con il limone?

La lavastoviglie potrebbe essere vulnerabile ai depositi minerali o all’acqua dura. In questo caso è possibile utilizzare il potere decalcificante del limone perché permette di ottenere risultati notevoli. Per pulire correttamente l’elettrodomestico ed eliminare le macchie di acqua dura, il trucco della nonna è quello di mettere un bicchiere di succo di limone nel cestello superiore della lavastoviglie e poi attivare un normale ciclo di lavaggio. Grazie all’acido citrico contenuto negli agrumi, niente più macchie d’acqua dura!

Non lo sottolineeremo mai abbastanza, la migliore pulizia è principalmente nella manutenzione del dispositivo. Ricordati quindi di applicare questo metodo al limone una volta al mese senza trascurare macchie e altro sporco che potrebbero apparire all’esterno della lavastoviglie. Una rapida pulizia e una manutenzione regolare e il tuo elettrodomestico è perfetto!

Come si pulisce il filtro della lavastoviglie?

Il filtro della lavastoviglie si trova solitamente alla base del braccio di lavaggio o sul fondo della ciotola dell’apparecchio. Dopo averlo identificato, procedi nel seguente modo:

Passaggio 1: srotolare il cestello inferiore

Inizia srotolando il cassetto inferiore dell’elettrodomestico e se vedi un cestello nella parte inferiore della lavastoviglie, rimuovi anche quello.

Passaggio 2: identificare il filtro della lavastoviglie e rimuoverlo

Una volta individuato il filtro della lavastoviglie, è sufficiente svitarlo prima di estrarlo delicatamente. Se trovi un altro filtro a rete, rimuovi anche quello.

Passaggio 3: lavare manualmente

Ora che hai isolato il filtro, sciacqualo sotto un getto d’acqua dal rubinetto della cucina. Se invece il filtro è particolarmente sporco di residui di cibo, preparare una piccola bacinella di acqua tiepida e sapone e poi utilizzare un vecchio spazzolino da denti per strofinare delicatamente l’esterno e l’interno dell’oggetto per rimuovere tutto lo sporco. Non resta che risciacquare.

Per precisione, evitare anche di utilizzare una spazzola a setole rigide per non danneggiare i filtri del dispositivo.

Passaggio 4: sostituire il filtro della lavastoviglie

Riposizionare il filtro della lavastoviglie e avvitarlo in posizione in modo che sia sicuro. Se hai lavato un filtro a rete, sostituiscilo ruotandolo di un quarto di giro nella direzione opposta allo smontaggio.

Puoi mettere la candeggina in lavastoviglie?

La candeggina non è consigliata se si dispone di una lavastoviglie in acciaio inossidabile, in quanto può danneggiarla. Controlla sempre le istruzioni sul tuo modello: dovrebbero indicare se è possibile pulirlo o meno.
Cosa fare se trovi insetti nella tua lavastoviglie?

Per prima cosa, pulisci gli insetti dalla lavastoviglie con un aspirapolvere (controlla l’intero apparecchio). Quindi, utilizzare uno dei metodi di pulizia sopra elencati per eseguire un lavaggio sull’apparecchio. Questo dovrebbe eliminare uova e/o insetti.

Hit enter to search or ESC to close.