Per rimuovere grasso e sporco dai piatti, alcune persone usano l’acqua calda mentre altri preferiscono i lavaggi con acqua fredda. Tuttavia, la temperatura di lavaggio delle mani delle stoviglie è molto importante. Scopri quale rimuove lo sporco più efficacemente.

Per pulire piatti e utensili sporchi, è meglio utilizzare una temperatura dell’acqua specifica che permette di lavare meglio grazie alla sua efficacia sullo sporco.

Devo lavare i piatti in acqua calda o fredda?

Per lavare i piatti sporchi, molte persone si chiedono se l’acqua fredda o l’acqua calda sia efficace per disincrostare e rimuovere lo sporco da piatti, forchette, cucchiai e coltelli. Acqua calda o acqua fredda? Che è più efficace per rimuovere i residui  con i tuoi prodotti detergenti.

piatti sporchi

Piatti sporchi – Fonte: spm

– Lavare i piatti in acqua fredda

Se a volte si consiglia di utilizzare una temperatura fredda come acqua di lavaggio, è perché è particolarmente efficace contro alcune tracce come quella del porridge di avena o delle uova. L’utilizzo di acqua calda al contrario li rende appiccicosi in superficie .

Inoltre,  per ridurre i consumi energetici , è preferibile lavare le stoviglie a mano e in acqua fredda piuttosto che in lavastoviglie. Solo, sarà necessario disinfettare queste superfici con un getto di acqua calda che toglierà il grasso ad eccezione delle proteine ​​che si  sciolgono facilmente sotto l’acqua fredda . Si può prendere ad esempio il risciacquo della pentola del porridge che è molto più pratico e più facile da togliere con acqua fredda piuttosto che con acqua calda.

azione anticalcare

Azione anticalcare – Fonte: spm

– Lavare i piatti con acqua calda

Se si consiglia di utilizzare spugna e detergente con acqua tiepida o calda, è perché prima di tutto il freddo può causare dolore e far star male, soprattutto in inverno. Durante questa stagione, è meglio riscaldare l’acqua  per sciogliere lo sporco da piatti , pentole e altre posate.

sporco sul piatto

Rimozione dello sporco dai piatti – Fonte: spm

Quindi si desidera  godere di un effetto antibatterico , si consiglia piuttosto di utilizzare acqua calda. E per una buona ragione, quest’ultimo uccide i germi, gli organismi patogeni e tutte le altre impurità. Se hai usato acqua fredda per neutralizzare una macchia con detersivo per piatti, dovrai risciacquare con acqua calda per eliminare i batteri residui e avere stoviglie lucide.

strofinare il piatto

Strofina i piatti – Fonte: spm

Inoltre, se è preferibile mettere acqua calda nella bacinella mentre lavi i piatti, non è solo perché questo gesto pulisce in profondità le tue posate. Si consiglia una temperatura elevata per rimuovere il grasso dalle superfici che si desidera pulire. L’acqua fredda è inefficace nell’abbattere il grasso. Peggio ancora,  lo rende viscido e più difficile da pulire . Per rimuovere lo sporco che può causare cattivi odori, l’acqua calda è l’ideale perché ti consente di fare meno attrito e fatica per pulire i tuoi piatti senza danneggiarli. Ciò riduce il consumo di acqua oltre a offrirti una maggiore efficienza durante questa attività. Si consiglia di adottare un detergente biologico o bicarbonato di sodio che sarà meno dannoso per la salute e l’ambiente .

Quale temperatura dell’acqua dovresti scegliere per pulire i tuoi piatti?

Come avrai capito, l’acqua fredda pulisce ma non è efficace nel dissolvere le macchie di grasso ostinate. Al contrario, l’acqua calda elimina queste tracce in modo più efficace. Adottando questa temperatura, supererai lo sporco e i batteri. Se si desidera assolutamente utilizzare acqua fredda per pulire le stoviglie, si consiglia di utilizzare un detergente forte o aceto bianco, un efficace antibatterico. Dopo il lavaggio,  si consiglia di lavarsi le mani con acqua tiepida  per evitare shock termici.

Per sfruttare un efficace effetto disincrostante contro lo sporco, è meglio utilizzare detersivo per piatti con acqua calda. Questo agisce come un liquido di risciacquo perfetto che ti permetterà di ridurre al minimo il consumo di acqua!