5 elettrodomestici da non lasciare mai in standby per risparmiare fino al 10% di energia elettrica

5 elettrodomestici da non lasciare mai in standby per risparmiare fino al 10% di energia elettrica

L’11% della tua bolletta è l’importo consumato da tutti i dispositivi che rimangono in standby. Tuttavia, esiste un modo molto semplice per salvare questo 11% perso e ti spieghiamo come farlo.

Si sente molto parlare dell’aumento dei prezzi dell’energia, e l’elettricità e il gas sono a priori i più colpiti. Non parleremo qui dell’aumento del prezzo del carburante, che continua a salire. Anche gli aiuti per l’inflazione sono stati messi in atto dal governo per far fronte all’urgenza della situazione; rilevante o no, non giudicheremo nemmeno la sua utilità.

D’altra parte, sulla base di un rapporto molto serio dell’Agenzia francese per l’ambiente e la gestione dell’energia (ADEME), vi daremo alcuni consigli su come risparmiare elettricità. In questo periodo, quando il riscaldamento si riaccende e la caldaia gira a pieno regime, è sempre bene prendere. Lo sai che alcuni dispositivi in ​​standby consumano molto più di altri? Facciamo il punto.

Elettrodomestici in standby, consumatori di energia

Sappiamo necessariamente che un dispositivo, anche in standby , continuerà a consumare elettricità anche se non è acceso. Secondo l’ADEME, questi dispositivi sarebbero responsabili dell’11% dell’importo della bolletta annuale di ogni famiglia, cioè di una spesa di 1000€ di elettricità, la somma di 110€ comunque.

Se i dispositivi consumano energia in standby, è semplicemente perché la corrente continua a fluire anche se è spento . Devi alimentare la lucina che ti dice che è in standby… La circolazione della cosiddetta corrente residua non solo aumenta il consumo di energia elettrica, ma riduce anche la durata dei dispositivi.

Una sola soluzione: spegni tutti i tuoi dispositivi, non lasciare caricatori collegati senza niente sulla presa; una volta che gli smartphone sono carichi, scollegare le spine e non lasciarlo caricare se lo è già.

I sei dispositivi che devi assolutamente scollegare

  • Gli schermi e le periferiche consumano in standby, circa 209 kWatt per dispositivo e per anno, il che equivale a un costo annuo di 23€ per dispositivo. Immagina i risparmi scollegando ogni schermo, ogni giorno…
  • Le antenne paraboliche consumano circa 14,5€ all’anno, non sempre ci pensiamo, ma invece di lasciare il demodulatore in stand-by, staccate la spina.
  • Svuoti l’ asciugatrice ma la lasci in standby? Sono ancora 11.30€ che volano via sul tuo budget
  • Il forno della cucina , con la sua indicazione dell’ora, consuma 9,5€ all’anno. Mentre un buon orologio appeso al muro dotato di una batteria ricaricabile farà perfettamente il trucco.
  • I televisori sono probabilmente i dispositivi che rimangono più in standby e sono 8,5 euro all’anno che gonfiano ulteriormente la bolletta elettrica.
LEGGI ANCHE:   Stacca la spina di questi elettrodomestici in standby, consumano (troppa) energia inutilmente!

Infine, l’ultima e sesta voce di spese superflue va alla cassetta internet . Lo lasciamo sempre acceso, probabilmente per paura che non si ricolleghi il giorno dopo. Offriamo quindi ogni anno al nostro fornitore di energia 6,8€ ciascuno. Moltiplicato per il numero di famiglie attrezzate, la somma è astronomica, eppure questa energia non viene consumata.

Il nostro consiglio per eliminare tutte queste spese inutili

Nel nostro caso personale, abbiamo dotato ogni presa di corrente di prese comandate. Un investimento iniziale di circa 36€ per 5 prese ordinate e una presa programmabile per l’internet box (42€). Un po’ di organizzazione per sapere a quale presa corrisponde un tasto del telecomando, e ogni sera, senza dover staccare nulla, stacchiamo le prese dal nostro divano.

Per quanto riguarda la scatola, si spegne da sola alle 24:00 in punto e si riaccende alle 6:00. Abbiamo installato questo dispositivo nell’aprile 2021 e al momento vediamo un risparmio di 20 € rispetto alla nostra bolletta del 2020. Speriamo di ammortizzare il programmatore per i 6 mesi del 2021 e il prossimo anno iniziare a fare un vero risparmio dopo l’ammortamento del prese ordinate. Quindi funziona, ci vuole solo un po’ di organizzazione, ma ne vale la pena!

Hit enter to search or ESC to close.