L’aceto bianco è una straordinaria soluzione detergente che può essere utilizzata per molti scopi, ma non è il prodotto per tutti gli usi come molti pensano. In alcuni casi, l’aceto può fare più male che bene. Infatti, se spesso viene scelto come soluzione detergente per impostazione predefinita, il suo utilizzo è da evitare in alcuni casi.

Mentre  i rimedi casalinghi a base di aceto bianco  sono spesso molto efficaci, possono causare l’effetto opposto se usati in modo errato. Inoltre, l’aceto bianco dovrebbe essere tenuto lontano da determinati oggetti e determinate superfici.

finestra di aceto bianco

Errori di pulizia da evitare quando si usa l’aceto in casa

Molti di noi usano l’aceto bianco come detergente per la casa per eccellenza all’interno di una casa importante. Tuttavia, proprio come molti di noi non ne conoscono i limiti. Ecco  cosa non pulire con questo prodotto per la casa.

Lava i ripiani in granito e marmo con l’aceto

Per quanto sia onnipresente nella nostra routine di pulizia, l’aceto bianco può rovinare la superficie liscia e lucida  di piastrelle per pavimenti in granito, marmo e pietra . Per pulire pavimenti di questo tipo prediligi un’alternativa più attenta che consiste nell’utilizzare una miscela composta da un cucchiaio di detersivo per piatti o sapone nero liquido, 8 gocce di alcol domestico e una tazza d’acqua.

Usa l’aceto sui mobili cerati

L’aceto appannerà la cera per mobili perché può dissolvere la cera. Per il legno cerato, rivolgiti invece a un solvente specifico per questo tipo di mobili. Se vuoi lucidare anche i tuoi mobili in legno, puoi affidarti  a diversi tipi di oli o anche al succo di limone.

Pulire le piastrelle del pavimento in pietra con l’aceto

piastrelle di pietra

Se vuoi prenderti cura del tuo pavimento in pietra, dimentica l’aceto e tutti i prodotti che contengono acidità come il limone. Questi appannano la pietra. Per pulirlo  basta usare un secchio d’acqua e un po’ di detersivo per i piatti.

Mescola aceto e candeggina in lavatrice

Che si tratti di sbiancare i vestiti o eliminare i cattivi odori dalla lavatrice, l’aceto bianco è un ottimo alleato. Attenzione, però  , a non  mescolarlo  con  la candeggina,  altrimenti creerà una reazione chimica che può alterare i vestiti. Inoltre, questa miscela può essere pericolosa poiché può rilasciare cloro gassoso dannoso per la salute e può causare tosse o difficoltà respiratorie.

Pulisci le perle con l’aceto

Il sigillante perlato potrebbe dissolversi se esposto all’acidità dell’aceto. Per evitare ciò, pulisci le tue perle con un panno morbido imbevuto  di una miscela di acqua tiepida e detersivo per  piatti .

Usare l’aceto sui coltelli da cucina

Se l’acidità dell’aceto bianco viene a contatto con un coltello, dissolve le lame metalliche  smussando i loro bordi taglienti . Se vuoi pulire i tuoi coltelli, basta lavarli con una miscela  di acqua tiepida e sapone di Marsiglia prima di asciugarli.

Pulisci le macchie di uova con l’aceto

versare l

Togliere le macchie d’uovo con l’aceto è controproducente perché l’acidità non farà che indurirle. Il loro ritiro sarà quindi molto più difficile. La cosa migliore da fare in questo caso senza compromettere la superficie interessata è  mescolare due cucchiaini di detersivo liquido per bucato  con due tazze di acqua fredda. Strofinerai quindi la macchia con una spugna imbevuta nella soluzione o un panno in microfibra e poi asciugherai l’area con un tovagliolo di carta.

Usare l’aceto per pulire gli schermi del computer e del telefono

Gli schermi del telefono e del computer sono generalmente protetti da un rivestimento che può essere rimosso se si applica dell’aceto bianco. Se non vuoi danneggiare i tuoi dispositivi elettronici,  pulisci gli schermi con panni in microfibra.

Come avrete capito, non tutto ha bisogno di essere trattato con l’aceto bianco, nonostante sia un prodotto per la pulizia versatile.