Un’altra ricetta che volevo pubblicare sul blog da moooolto tempo: la crostata tropézienne! 1) è il mio dolce preferito

Questa specialità nata a Saint-Tropez è ormai famosa con la sua pasta brioche ricoperta da una crema diplomatica aromatizzata ai fiori d’arancio.

La storia della Tarte tropézienne: La tropezienne, una brioche tagliata a metà nel senso della lunghezza e farcita con una ricca crema al burro e crema pasticciera.Una ricetta che ci arriva da Alexandre Micka, pasticciere di origine polacca sbarcato in Provenza negli anni ’50 .

Gli diede il nome La tropezienne nel 1955, durante le riprese del film E Dio creò la donna che fu girato a Saint Tropez, Brigitte Bardot, che recitò in questo film, gli suggerì di dargli il nome Saint Tropez.

La famosa crostata tropézienne che tutti amiamo!

Ingredienti : (Per 6 persone)

Per la brioche:
45 g di zucchero semolato
1 limone
3 tuorli
75 g di zucchero semolato
60 g di farina
300 g di
farina 15 g di lievito di birra
3 uova + 1 tuorlo per dorare
100 g di zucchero semolato
50 cl di latte
1 baccello di vaniglia
4 g di sale
150 g di burro
2 cucchiai di fiori d’arancio

Per la panna montata:
125 g di panna fresca (panna)
1 cucchiaio di zucchero a velo

Preparazione:

Il giorno prima preparate l’impasto della brioche.

Mettete nella ciotola della planetaria la farina, il sale, lo zucchero a velo, il lievito e le uova, quindi impastate per circa 5 minuti

Aggiungete il burro morbido e la scorza di limone.

Mescolare nuovamente per 5 minuti.

Riponetela in frigorifero coperta da un canovaccio per tutta la notte.

Il giorno successivo stendete l’impasto ad uno spessore di circa 1,5 cm e ad un diametro di 20 cm.

Disporre in uno stampo da forno.

Lasciare lievitare l’impasto coperto da un canovaccio a temperatura ambiente per 2 ore.

Preparate la crema pasticciera:
portate a bollore il latte con la bacca di vaniglia divisa in due.

Preriscaldare il forno a 180°C (termostato 6).

In un’insalatiera, sbattere i tuorli e lo zucchero a velo, sbattendo energicamente.

Aggiungete la farina, poi versateci sopra il latte bollente, mescolando con una frusta e amalgamando bene.

Aggiungete 2 cucchiai di fiori d’arancio e mescolate.

Rimettere il tutto a cuocere in padella per 3 minuti, non appena avrà ripreso il bollore mescolando.

Una volta cotta la brioche, sfornatela e lasciatela raffreddare, poi tagliatela in due nel senso della lunghezza.

Preparare la panna montata:
mettere la ciotola del robot da cucina, la frusta e la crème fraîche nel congelatore per 5 minuti.

Montare la panna a velocità media e costante, a metà cottura aggiungere lo zucchero a velo, aumentare la velocità fino a quando la crema sarà soda. Prenota in un luogo fresco.

Quando la crema pasticcera si sarà raffreddata unirla alla panna montata.

Con l’aiuto di una sac a poche, versare la crema sul disco di brioche, chiudere con l’altro disco, spolverizzare con zucchero a velo e riporre in frigorifero fino al momento di servire.

Una volta che la crema sarà cotta e addensata, versatela su un piatto, copritela con pellicola trasparente (per trattenere l’umidità) e lasciatela raffreddare velocemente.

Quando la brioche sarà ben lievitata, dopo 2 ore, spennellatela con il tuorlo d’uovo diluito in poca acqua e spolverizzate con lo zucchero semolato.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti.